CAI - Sezione di Muggiò - Vai alla pagina iniziale  
CAI - Sezione di Muggiò - Vai alla pagina iniziale
CAI - Sezione di Muggiò - Vai alla pagina iniziale
   CAI - Sezione di Muggiò - Vai alla pagina iniziale   CAI Muggiò
       
Torna alla pagina precedente

Alpinismo - 19 apr 2020

Rifugio Albani (Presolana)-BG (mt 1.939) - Trekking o ferrata - Con mezzi propri

Rifugio Albani-Presolana (mt 1.939)
DOVE: Rifugio Albani-Presolana - Alta Val Seriana/Val di Scalve (BG)
QUANDO: Domenica 19 aprile 2020
Ritrovo ore 7:00 in piazza del Burghett-Muggiò (con mezzi propri)
DESCRIZIONE: Difficoltà: E - Dislivello: mt 900
Tempi (da Colere-Carbonera): andata 2h30, ritorno: 2h00
Sentiero invernale 403
Abbigliamento di montagna + attrezzatura: scarponi adatti, caschetto, imbrago, moschettoni
Portare acqua e barrette energetiche.
Per verificare apertura rifugio: 0346.511.05, 349.390.19.53, 338.433.47.09.

Sentiero 403: Colere(Carbonera)-Rifugio Albani
Zona Orobie - Difficoltà: E-Escursionistica - Tempo andata: 2h30 - Tempo ritorno: 2h00
Dalla frazione Carbonera di Colere-mt 1.043 (parcheggio impianti di sci) si sale lungo la strada forestale che porta alla Malga Polzone (vedi anche sentiero 404) per circa 1 km fino a quota 1.239 mt.
Si prende il sentiero sulla sinistra e si prosegue il cammino, attraversando il bosco fino a quota 1.680 mt, dove si incrocia il sentiero 406.
Si prosegue sulla sinistra (sud) e si guadagna la zona delle baite-ex miniere di fluorite e il vicino rifugio Albani (mt 1.939).

Via ferrata del Passo della Porta - Difficoltà medio/alta
Da Colere, dopo aver percorso la strada che costeggia gli impianti di risalita, imbocchiamo il sentiero 403 che ci porta in un paio d'ore al bivio poco sotto il Rifugio Albani.
Seguiamo la traccia che costeggiando la parete nord della Presolana porta all'inizio del del canale dove inizia la ferrata.
Si parte subito con diverse scale che permettono di superare l'angusto canale, dopodiché all'uscita, con altre scale, si riescono a superare alcune placche lisce e strapiombanti.
La ferrata continua con diverse catene e tratti di roccia esposti da superare.
A questo punto ci si affaccia sulla conca del Fupù, iniziamo la discesa sempre assistiti da catene nei punti più esposti e superiamo l'unico nevaio rimasto.
Raggiunto il crestone delle pecore, giungiamo al canalone che precede la bocchetta del Visolo, dalla quale in 5 minuti raggiungiamo la cima del Visolo.

Per eventuale ritrovo fuori Muggiò e altre informazioni: Marco Grandesso, mobile: 338.241.70.76
ISCRIZIONI: Informazioni presso Marco Grandesso - Mobile: 338.241.70.76

Per ulteriori informazioni, contattaci.
Webmaster: Sergio Barbieri   -   www.caimuggio.com   -   Hosting su piattaforma Apache