CAI - Sezione di Muggiò - Vai alla pagina iniziale  
CAI - Sezione di Muggiò - Vai alla pagina iniziale
CAI - Sezione di Muggiò - Vai alla pagina iniziale
   CAI - Sezione di Muggiò - Vai alla pagina iniziale   CAI Muggiò
       

Prossima gita/vacanza

Mercatini di Natale a Viverone (BI)



Gite in giornata - Vai alla pagina
Vai alla pagina delle gite in giornata



InformaCAI - Vai alla pagina
Leggi l'InformaCAI



Alpinismo - Vai alla pagina
Vai alla pagina dell'alpinismo



Gallerie fotografiche - Vai alla pagina
Vai alle gallerie fotografiche

Il cammino di Santiago de Compostela

Patrimonio dell'umanità - 22-31 agosto 2010

Noi 16 ===>   Aldo, Alessandro, Anna, Davide, Donata, Gianni, Giovanni, Marco, Mariangela, Marino, Renata, Rosa, Rosina, Teresa, Tina, Valentina
+ due accompagnatori Panda trek.

Percorsi in pulmino 4.250 km., e durante il tragitto abbiamo potuto visitare stupende città e borghi medioevali quali Carcassonne, Leon, Burgos, La croce di ferro, Astorga, Fromista, O Sobreiro e tanto altro ancora.
Percorsi in cammino 111 km. attraverso la Galizia, tra antiche chiesette, croci commemorative, borghi, fattorie, animali al pascolo e tantissimi boschi di eucalipto.
Partenza da Sarria, passaggio da Porto Marin, Gonzar, Ligonde, Palas De Rei, Coto, Melide, Arzua, O Pedruzo, Monte Gozo e finalmente Santiago De Compostela.

  1a tappa: km. 32
  2a tappa: km. 32
  3a tappa: km. 32
  4a tappa: km. 15

Abbiamo incontrato e familiarizzato con tantissimi giovani e tante persone appartenenti a diverse nazionalità.
Abbiamo pernottato in ostelli e abbazie a Carcassonne, Puente Villarente, Sarria, Porto Marin, Palas De Rei, Arzua e Santiago de Compostela.
La giornata più emozionante è stata sabato 28 agosto 2010, quando siamo arrivati alla piazza della Cattedrale di Santiago, dove la gioia associata allemozione ha fatto piangere alcuni di noi.
Alle 11.00 siamo entrati nella Cattedrale che è dedicata a San Giacomo Apostolo (Santiago), definito anche il Divino Santo, per assistere alla S. Messa solenne celebrata dal Vescovo di Santiago.
Alla fine della celebrazione abbiamo assistito alla cerimonia del Botafumerio, che è il più grande incensiere del mondo (in antichità aveva lo scopo di togliere lo sgradevole odore che portavano i pellegrini alla fine del loro cammino).
Nel pomeriggio, passeggiando tra le bancarelle abbiamo acquistato qualche ricordo e fortunatamente alcuni di noi sono riusciti a fare visita alla tomba di San Giacomo ed abbracciare la sua statua picchiando la testa per 3 volte, chiedendo così al Santo di avere più giudizio.
Prima di rientrare in albergo, dopo una coda di una abbondante ora dopo avere mostrato agli addetti la Compostela riportante tutti i timbri delle nostre tappe di cammino, abbiamo potuto ritirare la Credencial con scritto in latino sia il nostro nome che lattestazione alla nostra partecipazione al cammino di Santiago.

Lemozione e la gioa rimarranno sempre nel cuore a quelli che come noi hanno avuto la fortuna di avere fatto il Cammino di Santiago, che al di là di qualsiasi motivazione, è comunque la festa della gioventù in cammino anche per gli ultrasessantenni come noi.

"Un buon camino......"

Webmaster: Sergio Barbieri   -   www.caimuggio.com   -   Hosting su piattaforma Apache