CAI - Sezione di Muggiò - Vai alla pagina iniziale  
CAI - Sezione di Muggiò - Vai alla pagina iniziale
CAI - Sezione di Muggiò - Vai alla pagina iniziale
   CAI - Sezione di Muggiò - Vai alla pagina iniziale   CAI Muggiò
       

Prossima gita/vacanza

Mercatini di Natale a Viverone (BI)



Gite in giornata - Vai alla pagina
Vai alla pagina delle gite in giornata



InformaCAI - Vai alla pagina
Leggi l'InformaCAI



Alpinismo - Vai alla pagina
Vai alla pagina dell'alpinismo



Gallerie fotografiche - Vai alla pagina
Vai alle gallerie fotografiche

Arrampicate e ferrate

NUMERI UTILI (Pop-up)

Per saperne di più consultare il sito www.vieferrate.it, dove troverete dettagliate spiegazioni, esempi pratici e tutto quanto necessita conoscere per questa disciplina.

Via ferrata

PREMESSA

Le prime volte è bene uscire con chi ha già molta esperienza, fermo restando che è a nostro parere indispensabile affrontare un corso con lausilio di esperte guide alpine per evitare di commettere errori che potrebbero costare la vita, ad esempio sganciare un moschettone dal cavo prima di agganciare il successivo al di la del chiodo.
Alcune regole fondamentali:
  • E' buona norma percorrere le ferrate sempre in salita.
  • Ricordarsi tassativamente il casco!
Via ferrata

MATERIALE DA UTILIZZARE IN FERRATA

 - Imbragatura
 - Casco
 - Set di ferrata completo di longe, moschettoni e dissipatore
 - Scarponcini
 - Guanti
 - Zaino
 - Corda

UTILIZZO ATTREZZATURE

Mettersi in sicurezza in ferrata significa utilizzare con molto criterio le attrezzature, mettendo in pratica il 100% di quanto appreso durante i corsi

NODI PER ATTIVITA' IN MONTAGNA

Nodo barcaiolo Esistono diversi nodi da utilizzarsi, a seconda delle esigenze, che di seguito elenchiamo:
 - nodo semplice;
 - nodo a otto;
 - nodo semplice per giunzione corde per una doppia;
 - barcaiolo;
 - mezzo barcaiolo;
 - asola di bloccaggio;
 - prusiky;
 - machard.

PROGRESSIONE IN FERRATA

Leggere bene le pagine riferite alla sicurezza nel sito sopra indicato.

ORIENTAMENTO

La bussola La bussola

Strumento ausiliario molto utile per lorientamento; per poterlo bene utilizzare è bene avere padronanza nel suo uso, tenendo presente che deve essere impugnata orizzontalmente con la freccia direzionale in avanti, lontana da oggetti metallici, linee elettriche e campi magnetici.
ATTENZIONE: La bussola deve sempre essere orientata
La bussola serve anche per:
 - misurare le distanze;
 - orientarsi nelle scelte di corse di orienteering;
 - determinazione dellAZIMUT;
 - autoderminazione del punto sulla carta;
 - orientamento della bussola;
 - controllo della direzione.

Senza bussola
 - Orientamento della carta: si cercano sul terreno almeno 2 particolari segnalati sulla carta e ben visibili dal punto di osservazione (es. gli ometti di pietre).
 - orientamento con orologio
 - orientamento di notte, con la luna quando è ben visibile.

PERICOLI

 - Caduta massi (mettere il casco!).
 - Attrezzature difettose o mancanti.
 - Pericoli di vario genere (funi bagnate, neve, ecc.).
 - Visibilità scarsa o limitata.
 - Temperatura e vento.
 - Radiazioni ultraviolette.
 - Temporali e fulmini.

Cos'è un temporale? Un fulmine? Un tuono?
Si possono prevedere se il cielo tende a diventare scuso, se di mattino si formano nuvole sviluppate verticalmente, se la pressione atmosferica cala, se persiste o aumenta la foschia ed infine se in valle è afoso.
Le regole da seguire sono 5, e le potete trovare visionando l'apposita pagina del sito delle vie ferrate.


La vita è un bene prezioso.
Conservala in piena efficienza fisica per tante entusiasmanti salite.
Webmaster: Sergio Barbieri   -   www.caimuggio.com   -   Hosting su piattaforma Apache